Home Page » Catalogo » CDs » A » CD

16.00€

Accordo dei Contrari - UR- CD
[CD]

Accordo dei Contrari - UR- CD
Intrecciata con melodie svettanti, poliritmi complessi e riff oscuri, l'ultima musica dell'ensemble art-rock con sede a Bologna richiama elementi del passato musicale mentre suona distintamente italiana, innegabilmente sofisticata e completamente nuova. Un ovvio punto di riferimento per Accordo dei Contrari è l'energia estatica di Birds of Fire della Mahavishnu Orchestra. In effetti, il titolo della seconda traccia degli UR-, “Così respirano gli incendi del tempo”, fa addirittura una velata allusione al capolavoro del pionieristico ensemble fusion. La connessione musicale è ancora più pronunciata, almeno con il passaggio di apertura del lavoro episodico, in cui la chitarra squillante di Marco Marzo Maracas e il violino assertivo del musicista ospite Alessandro Bonetti invocano alcuni dei suoni caratteristici di Mahavishnu. Ma il pezzo piroetta rapidamente attraverso una serie in continua evoluzione di paesaggi musicali. Il batterista Cristian Franchi, al quale il leader e compositore principale Giovanni Parmeggiani attribuisce "un orecchio speciale sia per il ritmo che per la melodia, che gli consente di comprendere gli accenti musicali più complessi" - presto abbandona, mentre increspature arpeggi di pianoforte introducono una melodia maestosa che lentamente costruisce a un apice quasi classico. Dopodiché, la band cambia di nuovo marcia e si lancia in un riff ossessivo e singhiozzante che supporta un'improvvisazione dai toni jazz del sassofonista Stefano Radaelli. Seguono ulteriori sviluppi. Qui, la narrazione musicale è quasi cinematografica, come spesso accade, secondo Parmeggiani. "La mia scrittura prende ispirazione da scene o sogni immaginari", spiega il tastierista, citando la traccia di apertura di UR-, "Tergeste", come esempio di come potrebbe fondere uno dei suoi film mentali con l'esperienza della vita reale. Prende il nome dall'antico nome del porto adriatico ora noto come Trieste, il pezzo segue una serie di punti di vista mutevoli, a partire dal mare. “Descrive la seguente situazione”, dice Parmeggiani. “Le nebbie del mattino si diradano e rivelano al marinaio il profilo di una città irregolare. Man mano che il marinaio si avvicina alla città, la sua irregolarità persiste, ma i suoi edifici rivelano i dettagli e i colori chiari delle facciate monumentali. Appena sceso dalla barca, l'uomo imbocca strade strette e curve che lo portano verso l'alto. Cerca un centro, un punto a cui convergono tutte le linee; ma non lo trova. E in questa corsa in salita e senza meta ogni tanto si volta indietro, senza poter riconoscere il suo cammino, ed è turbato dalla vertigine, vedendo dall'alto le onde del mare, agitate e spumose». Questo scenario oceanico, aggiunge, è puramente immaginario, ma rispecchia anche la sua prima esperienza di Trieste, una città che ha trovato sia bella che disorientante. Gli ascoltatori potrebbero avere la stessa reazione alla musica di Accordo dei Contrari e un modo per avvicinarsi potrebbe essere quello di costruire i propri scenari di fantasia per ogni brano. Parmeggiani nota che mentre la sua band non ha mai composto colonne sonore per film o per il palcoscenico, ha spesso pensato a quel tipo di lavoro e lo troverebbe "molto stimolante". Un'ulteriore chiave di lettura dell'Ur- può essere trovata negli elementi strutturali che Parmeggiani costruisce nelle sue composizioni. È particolarmente affezionato a basare alcuni passaggi - il "Secolo breve" del nuovo disco sarebbe un buon esempio - su un ostinato ripetuto di tastiera, qualcosa che descrive sia come un cenno ponderato verso la composizione minimale sia come un'elaborazione giocosa del riff hard-rock. Questi passaggi ripetitivi "servono a catturare l'attenzione dell'ascoltatore", dice. “Ma c'è di più. A livello 'meramente' musicale sono pattern in evoluzione/sviluppo, canali un po' obbligati che da un lato portano tutta la band a trovare il groove, e dall'altro contribuiscono a impostare la struttura dell'intero brano . A un livello più personale, cioè nella mia immaginazione, descrivono una linea che cambia direzione e colore, curva, rallenta e accelera, si ferma improvvisamente, riprende improvvisamente, e prende un orientamento diverso, incrociando altre linee. Un po' come gli arabeschi che decorano i palazzi arabi. Ma non sono solo decorativi, sono anche strutturali. Presi insieme, configurano una struttura elaborata ma agile, quasi fluida”. Parmeggiani ammette che come capobanda e compositore principale di Accordo dei Contrari, può occasionalmente "agire come un tiranno". "Ho già in mente le parti di ogni strumento e do istruzioni specifiche agli altri ragazzi sia per quanto riguarda la melodia che il ritmo", dice. “Sono molto pazienti con me; una volta, durante le prove, Marco mi disse con un tono esasperato e un po' di rimprovero: "Questi sono ritmi che solo tu senti, amico!" Stefano è convinto che io abbia antenati bulgari a causa della complessità dei ritmi che concepisco. Tuttavia, prendo anche in considerazione ciò che gli altri ragazzi possono dare in termini di espressione musicale personale. Quindi non ci sono solo assoli non scritti per strumenti specifici menti all'interno di una canzone, ma a volte anche sezioni improvvisate per l'intera band, incarnate nella musica scritta”. Tiranno o no, Parmeggiani è anche generoso nelle sue lodi. Sottolinea che i pezzi relativamente aperti di Maracas offrono un bellissimo contrappunto al suo lavoro più densamente strutturato e afferma che l'avventura iniziale di Accordo dei Contrari al di fuori della sua nativa Italia è tempestiva. "L'attuale formazione è il miglior gruppo con cui ho lavorato finora", si entusiasma. “Accordo dei Contrari ora suona più coeso che mai, ed è una band molto solida.” Le prove sono qui, su Ur-. Ascolta e divertiti!
Recensioni

Ricerca Veloce
 
Usa parole chiave per cercare il prodotto desiderato.
Ricerca avanzata
Categorie
Boxset (8)
CDs-> (393)
  0-9 (2)
  A (35)
  B (27)
  C (47)
  D (13)
  E (14)
  F (18)
  G (15)
  H (3)
  I (7)
  J (1)
  K (7)
  L (16)
  M (30)
  N (7)
  O (15)
  P (24)
  Q
  R (32)
  S (36)
  T (33)
  U (2)
  V (5)
  Y (1)
  Z (3)
Libri (8)
CD+DVD (12)
DVDs-> (17)
Vinili-LPs-> (70)
Abbigliamento e gadgets (1)
DVD+Book (2)
Produttori
0 prodotti
Informazioni

Migliaia di altri titoli prog nel catalogo
Camelot Club Store

e SEGUITECI sulla nostra pagina FACEBOOK

Consegna & Restituzione
Avviso privacy
Condizioni d'uso
Contattaci
Lingue
English Italiano Espanol German
Valute
Parse Time: 0.318s