Home Page » Catalogo » CDs » K » CD

15.00€

KU.DA - Kudalesimo CD
[CD]

KU.DA - Kudalesimo CD
Nuova giovanissima band che dopo centinaia di concerti live, partecipazioni prestigiose (x Favtor tra le altre), e vittorie di contest nazionali ed internazionali fanno uscire il loro primo album. La musica è un incrocio tra Sting e Peter Gabriel, Porcupine tree e Muse. Un Sound moderno ma col fascino dell’antico, la ruvidezza del giovano col sentimento dell’anziano. Kudalesimo è un viaggio attraverso diverse dimensioni coesistenti. Puoi ritrovarti su un’ isola deserta ma allo stesso tempo provare il freddo della steppa Russa; potresti sentirti su un galeone insieme a una ciurma di pirati e renderti conto di stare navigando sul ghiaccio; in alto su una montagna ma contemporaneamente in mezzo alla giungla, tra le scimmie e i serpenti, con i cavalieri portatori di luce. I Ku.dA cercano di evocare delle immagini e delle situazioni che, in forma iperbolica, esprimono i sentimenti della vita di tutti i giorni. Kudalesimo si presenta quindi come un racconto di immaginazione collettiva, una sorta di “isola che non c’è” sulla quale esistono tutte le culture del mondo e i loro archetipi. Quilomacho Scimmie ..serpenti e animali della foresta. Poco dopo, un vortice di tamburi tribali inizierà un rituale. Il viaggio inizia "welcome to the island, take off your shoes" è il rassicurante invito che i Ku.dA danno all'ascoltatore che ha deciso di iniziare questo viaggio. Sound e danze tribali accompagneranno l’ascoltatore impavido. Ouroboros Questo è il racconto della "paralisi delle idee”. la nostra mente può scivolare, senza rendersene conto, dentro una spirale infinita che si autoalimenta. Questa spinta concentrica può portarci nelle tenebre o può slanciarti verso un futuro luminoso, sta a noi dirigere l’ouroboros verso la meta che desideriamo “ the Ouroboros leads me in the sun”. Daily Activity Il breve intro recitato già parla da solo. questa traccia è la didascalia di un chiaro litigio fra due amici. Uno svogliato, che non fa altro che stare sdraiato sul divano a guardare la televisione, l’altro dinamico, sportivo e addirittura invadente. Gli opposti possono funzionare ? Ascoltando l’ascoltatore potrà decidere. Never Pictured Down Il pezzo parla di una scalata verso la meta stabilita, verso un obbiettivo ben preciso. E’ Un chiaro invito a non cedere anche quando tutto sembra ormai irraggiungibile. "Never Pictured Down" (mai puntare in basso), è una canzone che invita a migliorarsi sempre di più fino a poter raggiungere i propri desideri. Lose My Ship Ispirato al romanzo di Yann Martel "La vita di P", racconta l’esperienza di un naufrago disperso in mezzo all'oceano che, nonostante grandi burrasche e giorni di digiuno su una zattera, riesce a ritrovare la salvezza. Allegoricamente il naufrago sfiderà e si riappacificherà con la sua “parte ombra”. Phone In A Boh È uno scherno nei confronti del business man esagerato; evidenzia quindi l’ipocrisia di chi appare esteriormente perfetto ma interiormente è marcio. l’incessante ticchettio del tempo assume due valori contrastanti: per l’uomo impegnato a fare soldi risulta una fonte di ansia, per l’uomo libero diventa un ritmo sul quale suonare una canzone. To The Lighthouse Dedicata a un amico che per colpa della droga ha smesso di essere essere felice. E’ viaggiare nel buio della notte alla ricerca di un faro. Be Over A tutti noi almeno una volta è capitato di imbattersi nel discorso "post morte" ..cosa ci sarà dopo? Be Over parla di questo. Casa succederà? Cosa saremo? Dove andremo? “Aspetto che questo sogno finisca “ per scoprirlo. West Narra di un vichingo che ha passato la sua vita in mare a combattere brutalmente, ma che col passare del tempo inizia a pensare alla propria famiglia, alle creature che lui e la propria donna hanno messo al mondo .. alle cose belle e felici che ha fatto. Ne vale quindi davvero la pena di continuare a combattere la battaglia del nulla? In My Car Più passa il tempo e più perdiamo il senso della semplicità, della naturalezza in cui accadono le cose. Ci dimentichiamo quanto può essere stupenda la visione di un campo di fiori o della campagna. In My Car è un inno alla semplicità; allo stesso tempo è anche un invito a osservare e conservare meglio ciò che ormai, purtroppo, stiamo dimenticando. Kudalesimo Il brano di chiusura dell'album . Uno strumentale dove i Ku.dA hanno voluto fare un Unione. Unione di sound e di culture variopinte ..la world music . Djembee, sintetizzatori, chitarre balcane e sound occidentale fa si che questa chiusura sia d'effetto. Una curiosità ? Negli ultimi secondi c'è un reprise all'ultima parte di Quilomacho, il primo brano dell'album con l'aggiunta di un leggero assolo di Moog. Ora possiamo ritornare sulla Terra. Ku.dA : Luca KUsch Pasquino : Basso, seconde voci, sequenze, sound engining Christian peDA Castelletti : Voce, chitarre, Moog, percussioni Giancarlo JAN Bello : Violino, viola , Djembee Alex Canella : Batteria Track list 1. quilomacho 2. ouroboros 3. daily activity 4. never pictured down 5. lose my ship 6. phone in a boh 7. to the lighthouse 8. be over 9. west 10. in my car 11. kudalesimo
Recensioni
Ricerca Veloce
 
Usa parole chiave per cercare il prodotto desiderato.
Ricerca avanzata
Categorie
Boxset (4)
CDs-> (242)
  0-9 (2)
  A (26)
  B (11)
  C (37)
  D (6)
  E (13)
  F (14)
  G (10)
  H
  I (2)
  K (4)
  L (11)
  M (21)
  N (1)
  O (9)
  P (15)
  Q
  R (18)
  S (16)
  T (16)
  U (2)
  V (4)
  Y (1)
  Z (1)
Libri (6)
CD+DVD (7)
DVDs-> (15)
Vinili-LPs-> (25)
Abbigliamento e gadgets (2)
DVD+Book (1)
Produttori
0 prodotti
Info Produttore
Altri prodotti
Lingue
English Italiano Espanol German
Valute
Parse Time: 0.135s